Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Articoli taggati 'attualità'

Le risposte di un elettore di centrodestra

Io in realtà avevo chiesto di rispondere "sì o no". Ma il mio vecchio amico Riccardo dice (un po' scherzando) che sarebbe "da bavaglio", e quindi ha risposto come ha creduto alle mie 20 domande serie a un berlusconiano... (e io non faccio battute sul fatto che fa come B., che risponde come cazzo gli pare)

Ricky non è un berlusconiano doc, in quanto da quasi vent'anni (ormai sei vecchio!) è un elettore e militante leghista. Ma le sue risposte possono dare un'idea di cosa si pensi dalle parti, a me poco note, dell'elettorato di centro destra.

Pizzi

Leggi tutto: Le risposte di un elettore di centrodestra

Almeno tu nell'Unicredit

Sulle note di "Almeno tu nell'universo", un simpatico omaggio alla famiglia di carcerati più famosa del momento, i Ligresti

 

SAI, Ligresti è strano, prima corrompe e poi ti ammalia

cambia appalto improvvisamente, prima la verità poi mentirà lui

Leggi tutto: Almeno tu nell'Unicredit

Full Metal Silvio - Soldato Del Giudice

soldato del giudiceI migliori soldati dell'Esercito della Libertà selezionati e addestrati dal sergente maggiore Hartman (sì, quello di Full Metal Jacket)

 

 

Il soldato scelto di oggi è Antonio Del Giudice

 

Semplicemente perchè rispecchia il vero italiano...

Leggi tutto: Full Metal Silvio - Soldato Del Giudice

Da quando aiutare chi non ha studiato è sbagliato?

Sottotitolo: dimmi tu se devo quasi difendere Letta

 

Sarà che sono un figlio laureato di due non diplomati, ma io tutto quest'odio nei confronti del “decreto lavoro” del governo Letta non lo capisco più di tanto. Soprattutto, appunto, non capisco il discorso di persone laureate e precarie come me che parlano di “governo che premia i semianalfabeti” o che “considera l'ignoranza un valore”. In pratica, che cosa ho studiato a fare se poi i miei problemi valgono meno di quelli di un ignorante?

 

Leggi tutto: Da quando aiutare chi non ha studiato è sbagliato?

No, Grillo non è la legge

dibattito nel M5SFabrizio, sostenitore del MoVimento 5 Stelle, risponde alle critiche di ieri sull'eccessivo potere del leader nella fase decisionale

 

di Fabrizio Landolfi

 

Caro Pizzi,

Leggi tutto: No, Grillo non è la legge

Grillo non è Mussolini, però...

Grillo un dittatore?Grillo non è Mussolini. Ripeto: GRILLO NON È MUSSOLINI.

Ripeto ancora una volta, ché certa gente è un po' dura di comprendonio:

 

GRILLO NON È BERLUSCONI

No, scusate, ho fatto confusione...

 

Va be', dopo questa premessa che dovrebbe placare l'ira funesta degli haters a cinque stelle dico la mia.

 

di Pizzi

Leggi tutto: Grillo non è Mussolini, però...

L'incubo infinito

Stanotte ho fatto un incubo. Terribile, tremendo, insopportabile. Eppure così reale...

Sono stravaccato sul divano, mentre leggo un mio vecchio post, "I 10 motivi per cui Berlusconi non fa più paura". Più lo leggo, più sento che c'è qualcosa che non mi torna, e non è solo perché mi rendo conto di aver spaventosamente sottovalutato la capacità elettorale di Silvio.

A un certo punto squilla il mio cellulare.

Leggi tutto: L'incubo infinito

Pd: traditi, traditori e bambini di 6 anni

Poiché leggo che alcuni commentatori (ad esempio Luca Sofri) chiedono: "Ma se i 5 stelle avessero votato la fiducia ad un Governo col Pd quello non l'avreste considerato un tradimento, vero?" ho voglia di fare un'opera di bene e di mettermi a spiegarla come farei con un bimbo di 6 anni.

Leggi tutto: Pd: traditi, traditori e bambini di 6 anni

Le colpe degli italiani chiacchieroni

Sbigottito, il popolo italiano assiste inerme all’ennesimo capolavoro del nostro parlamento. Impotente di fronte a questo scempio, il volgo non fa altro che sfogare la propria rabbia con le parole, davanti a una bella tazza di caffè al bar sotto casa o dal proprio computer, comunicando al mondo la propria insofferenza in stile Robespierre.

A ciò, poi, si aggiunge l’invito offerto da Grillo di andare a Roma a manifestare perché c’è in ballo la democrazia: tutto, ormai, risulta molto chiaro.

Leggi tutto: Le colpe degli italiani chiacchieroni

Io non prego per Boston

Ma perché dovremmo pregare per Boston? Pensare, riflettere, anche piangere, ma perché pregare? 

Mi sembrano inutili le invocazioni a dio (o a Dio), al di là della fede di ciascuno: che si tratti di un attacco fatto in nome della religione o meno, è una tragedia che nasce (e soprattutto muore) con gli esseri umani.

Leggi tutto: Io non prego per Boston