Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Articoli taggati 'cinematografia'

La tristezza corre sulla pellicola: le scene più tristi del cinema

Questa sera, dopo aver visto Hachikō, ho deciso di rivedere la mia personale classifica delle sequenze più tristi della storia del cinema.

Ne avrò sicuramente dimenticati moltissime, ma la prima posizione resterà per sempre tale.

Per ogni film, vi allego anche il link dove potete apprezzare il livello di tristezza.

Leggi tutto: La tristezza corre sulla pellicola: le scene più tristi del cinema

Trance - Danny Boyle e lo "stesso film" di sempre

TRANCE - Q&A SESSION WITH THE DIRECTOR

“If you think about it, they are all the same story”

È così che Danny Boyle conclude la sessione di domande e risposte che ha seguito l’anteprima del suo nuovo film, Trance, proiettato venerdì scorso in un cinema di Stratford, l’area londinese sede del Parco olimpico durante London 2012.

Leggi tutto: Trance - Danny Boyle e lo "stesso film" di sempre

Germano consiglia - Fincher e lo spirito del tempo

David Fincher è tra i registi che maggiormente rappresentano lo spirito moderno.

Il versatile regista, nato a Denver (Colorado) il 10 maggio del 1962, e la sua opera sono sintomatici e significativi di un’arte cinematografica figlia proprio della contemporaneità.

Leggi tutto: Germano consiglia - Fincher e lo spirito del tempo

Tornano i Gremlins!

Tornano i Gremlins! Anzi no. Forse. Magari sì. 

Le voci del ritorno dei Gizmo brothers erano nell’aria da tempo, ma finalmente in questo inizio 2013 le cose sembrano aver trovato la giusta direzione.

La Warner Bros e la Amblin, infatti, si stavano corteggiando da un po’ con l’idea, sempre del regista originale di Gremlins, Joe Dante, di rinverdire i fasti del paffuto animaletto di casa cinese, o con un sequel, o con un reboot dei film con Zach Galligan e Phoebe Cates.

Leggi tutto: Tornano i Gremlins!

Django - Ma perché tutti ne parlano bene?

Secondo me, Django è il primo film che Quentin Tarantino sbaglia completamente. Non ci sono personaggi ben costruiti, non c’è una storia, non ci sono sequenze degne di nota.

Ma andiamo con ordine.

La trama

La storia, che si basa sul tema della vendetta, si perde nella lunghezza smisurata del film (centosessantacinque minuti...

Leggi tutto: Django - Ma perché tutti ne parlano bene?

Bignami di fisica per fantasmi nei film

Di film con i fantasmi ne ho visti a centinaia, da Ghost a Sospesi nel tempo, passando per The Others e Ghost Town. Ma le "regole" della fisica per gli spettri sono in genere sempre le stesse, e allora ho pensato di riassumerle in un bignami, a uso e consumo di tutti coloro - viventi o meno - che volessero comprendere meglio certe dinamiche.

Leggi tutto: Bignami di fisica per fantasmi nei film

Germano consiglia: Ruby Sparks (Usa, 2012) e non solo

Venerdì 23 Novembre è stata una data importante sotto molti aspetti per chi vi scrive.

Il primo compleanno del blog “Pizzi Chi?” (a cui va la dedica di questo articolo) coincide infatti sia con la prima puntata della nuova stagione del Volgar8 (programma radio che mi unisce a Pizzi in quanto co-conduttori insieme a Nino) che con l'inaugurazione del 30° Torino Film Festival.

Leggi tutto: Germano consiglia: Ruby Sparks (Usa, 2012) e non solo

World War Z: Brad Pitt e il primo kolossal horror

A settembre il nostro esperto di horror, Paolo Ponti, aveva preannunciato l'uscita del film tratto dal romanzo di Max Brooks.

Leggi tutto: World War Z: Brad Pitt e il primo kolossal horror

Germano consiglia: Finding Apoteosi (Italia, 2012)

“Insorgi, mi dicono, e stiamo a parlare della luna. Insorgi, mi dicono...”

La genesi di questo lavoro trova le proprie radici, proprio come l’incipit del cortometraggio stesso, nella visione del trailer dell’ultimo videogioco sviluppato dalla Ubisoft (Assassin’s Creed 3).

Ci siamo guardati (io e Nino) e ci siamo detti: “È possibile che a chiedermi di insorgere sia il trailer di un videogame, una delle formule più bizzarre della passività?”.

Leggi tutto: Germano consiglia: Finding Apoteosi (Italia, 2012)

Germano consiglia: "Funny Games" (Austria, 1997)

(Trama film da wikipedia)

Un gioco divertente. Michael Haneke ci porta dentro al suo "Funny Games" (la versione originale, quella del 1997) in maniera esemplare e repentina. Dalla serenità della musica lirica proveniente dal lettore CD della station wagon di una giovane famiglia, al frastuono anti-melodico della chitarra e della voce di John Zorn.

Nei titoli di testa vi è già il contrasto e la tensione che esploderà di lì a poco.

Leggi tutto: Germano consiglia: "Funny Games" (Austria, 1997)