Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Articoli taggati 'giornalismo'

Io, prigioniero per un giorno tra le grinfie di Dreyfus

Leggiamo l’articolo galeotto – in tutti i sensi – che ha fatto condannare Alessandro Sallusti a 14 mesi di reclusione (pena sospesa), ma non prima di aver ingerito un paio di compresse di Maalox. Non entriamo nel merito della vicenda giuridica – lo farà qualcun altro – ma ci atteniamo esclusivamente al testo, come nelle migliori consegne di ogni tema scolastico.

Strepitoso il titolo: «Il giudice ordina l’aborto. La legge più forte della vita» che fa molto “V for Vendetta”.

Leggi tutto: Io, prigioniero per un giorno tra le grinfie di Dreyfus

Il "deficit" di memoria di Gramellini

Come si scrive deficiente? Con due “i”, prima e dopo la “c”. Deriva dal latino deficere (= mancare, come ci spiega Giacomo Poretti nel video qui sotto), un verbo irregolare (non si inalberino i latinisti, è per semplificare) della terza coniugazione, che alla prima persona singolare dell’indicativo presente fa deficio, e che conserva quella “i” anche al participio presente: deficiens, deficientis, deficienti ecc.

Come si scrive smemorato? Con due “m”, prima e dopo la “e”.

Leggi tutto: Il "deficit" di memoria di Gramellini

Gli annunci di lavoro più strani di Porta Portese

A Roma abbiamo un giornale, chiamato Porta Portese, che esce due volte alla settimana, il martedì e il venerdì, ed è interamente dedicato agli annunci di vendita, di lavoro, di ricerche ecc. Credo che in tutte le città o zone d’Italia ci sia un giornale analogo, come ad esempio a Milano c’è Seconda mano.

Tutti noi li abbiamo letti, almeno qualche volta, per cercare lavoro, per trovare un’auto usata, o altro.

Leggi tutto: Gli annunci di lavoro più strani di Porta Portese

#chiediaCassano (seconda puntata): come puoi rispondere bene a una domanda idiota?

Seconda puntata, che prosegue il discorso iniziato ieri. 

Dopo la controversa conferenza stampa di Fantantonio abbiamo fatto nascere su Twitter l’hashtag #chiediaCassano. Il giochino è stato più o meno questo (e non lo abbiamo iniziato noi): proponi una domanda tendenziosa a Cassano per far nascere polemiche aggratis. Lo ha iniziato un giornalista in conferenza stampa, Cassano ha sbracato (attingendo alle 600 parole del suo dizionario) ed è venuto su un putiferio.

Leggi tutto: #chiediaCassano (seconda puntata): come puoi rispondere bene a una domanda idiota?

#chiediaCassano (prima puntata): come puoi rispondere bene a una domanda idiota?

Dopo la controversa conferenza stampa di ieri abbiamo fatto nascere su Twitter l’hashtag #chiediaCassano. Il giochino è stato più o meno questo (e non lo abbiamo iniziato noi): proponi una domanda tendenziosa a Cassano per far nascere polemiche aggratis. Lo ha iniziato un giornalista in conferenza stampa, Cassano ha sbracato (attingendo alle 600 parole del suo dizionario) ed è venuto su un putiferio.

Leggi tutto: #chiediaCassano (prima puntata): come puoi rispondere bene a una domanda idiota?