Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Articoli taggati 'nadia afragola'

'giorno mondo - Sbagliare tutto

Penso di aver sbagliato tutto, senza aver mai sbagliato veramente

L’ho letto... Non chiedetemi dove, non lo ricordo più. L’ho appuntato a matita e ritrovato per caso e come sempre calza a pennello al momento, alla pioggia che a tratti adoro. Ma che adoro se sono in casa, nella penombra della mia mansarda a pasticciare, più che in macchina ferma in tangenziale a causa di una batteria maldestra e malandrina decisa a piantarmi in asso.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Sbagliare tutto

'giorno mondo - Sottopelle

“Quelle come me sorridono anche con un cumulo di tristezza dentro il cuore”

Anonimo

Confesso. Lo confesso: un po’ mi condizionate, ma solo un pochetto. Nel senso che mi colpisce quando qualcosa che scrivo o condivido vi arriva dritto là dove magari il dente duole. Parlo di frammenti di pensieri, scritte scopiazzate/ispirate ma che sposano un momento, una canzone, descrivono uno scenario o semplicemente mi fanno compagnia.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Sottopelle

'giorno mondo - Scatti bruciati

“Nelle foto sono quasi sempre da sola, perché le adoro, perché voglio essere sicura di poterle riguardare senza doverle odiare”

L’ho ammesso più volte, anche in altri scritti, che in una mia vita precedente o nella prossima che mi toccherà affrontare sarò una macchina fotografica. Inutile stare qui a disquisire se la versione più vicina alle mie caratteristiche sia una reflex o una compatta, tanto ci saranno in un modo o nell’altro dei vantaggi da esaltare e degli svantaggi da camuffare.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Scatti bruciati

'giorno mondo - Bravi ragazzi

Che io mi ricordi, ho sempre voluto fare il gangster

Henry Hill - Quei bravi ragazzi

Oggi parto dalla “coda” (come sempre, ndr), per risalire e arrivare a quel cosino grosso come un pugno, talmente vitale da essere sufficientemente tenuto nascosto.

Gangster lo siamo un po’ tutti: magari non come quel ragazzaccio di Henry Hill, magistralmente interpretato da Ray Liotta per Martin Scorsese, ma giù di lì.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Bravi ragazzi

'giorno mondo - Donne difficili

“Quelle che vale la pena... Quelle con l'anima vicina alla pelle. 

Quelle che vedono con mille occhi nascosti.

Quelle che sognano a colori. 

Sono le donne difficili che sanno riconoscersi tra loro. 

Sono quelle che, quando la vita non ha alcun sapore, danno sapore alla vita”

Non vi invidio, devo essere sincera. Parlo a voi, anche se sarete in pochi a leggermi, a voi maschietti che avete a che fare con noi donne per la migliore fetta di tempo, o porzione di cielo che sia, della vostra vita.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Donne difficili

'giorno mondo - Complicazioni

Chi ti ama veramente detesta solo non poterti vivere, comunque tu sia

Caterina Kotia Marchese

Ho così tanti sogni nel cassetto che i vestiti mi tocca metterli sulla sedia (e sono veramente lì...).

Ho iniziato con questa riflessione la mia giornata, e se provate a chiedermi una lista dettagliata dei miei sogni, potremmo vedere calare il sole e fare capolino nuovamente.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Complicazioni

'giorno mondo - Strategie dominanti

“Io ho bisogno di credere che qualcosa di straordinario sia possibile”

Se il contesto è quello mi associo, mi inchino anche e provo un moto di invidia mista a paura per quello che una donna sembra capace di sopportare. Ma forse potrebbe essere anche un uomo, non lo so, non ne ho mai vestiti i panni per fortuna.

Mi limito al mio.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Strategie dominanti

'giorno mondo - Riuscire

Non discutere. Prova ancora. Fallisci ancora. Fallisci meglio

Samuel Beckett

È chiaro il concetto. Essenziale, diretto. Senza fronzoli, come piace a me. Va subito al nocciolo della questione, e quando arrivi alla fine non sai bene se hai vinto o hai perso.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Riuscire

'giorno mondo - Cambio di variabile

“Si ricomincia da capo per cambiare tavolo... Si ha sempre quest'idea di essere capitati nella partita sbagliata, e che con le nostre carte chissà cosa saremmo riusciti a fare se solo ci sedevamo a un altro tavolo da gioco”.

Lui è Alessandro Baricco, nato all’ombra della Mole: potrebbe essere mio padre eppure si è laureato con il mio stesso professore di filosofia, Gianni Vattimo. Qualcosa non mi torna oppure per alcuni talenti il tempo non passa mai.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Cambio di variabile

'giorno mondo - In rigoroso ordine sparso

Le parole curano, le parole distruggono

Eduard Leon Word

Ho troppe cose da dire ma devo mettere ordine e fare una scala di priorità da rispettare sapientemente. Come quando decidi di vedere un amico piuttosto che un altro, perché da stolta quale sei hai accavallato alla stessa ora cinema & sushi e come dice la mia sorella non di sangue, “acqua e olio non mischiarli mai”.

E io con il passare degli anni a quella sorella non di sangue ho imparato a dare ascolto.

Leggi tutto: 'giorno mondo - In rigoroso ordine sparso