Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Articoli taggati 'persone'

Perché siete ignoranti a lamentarvi del riscatto (spiegato bene)

greta vanessaIo di politica estera ci capisco poco, e di quello che succede in Siria ancora meno, però un ragionamento spero semplice sulla liberazione di Greta e Vanessa avvenuta (pare) grazie al pagamento di un riscatto con i soldi pubblici vorrei farlo. Perché vabbè, le battute che sto leggendo per prendere in giro chi si lamenta mi fanno anche ridere, ma credo servano poco se vogliamo capire come stanno le cose.

Leggi tutto: Perché siete ignoranti a lamentarvi del riscatto (spiegato bene)

Grazie (per) Licata

grazie 2014L’aria fuori è fredda e frizzante, a scaldarla ci sono le luminarie natalizie nelle vie del centro e i sorrisi delle persone nei bar, nei negozi e per le strade. Insomma, la solita atmosfera già vista e sentita per ormai decine di feste di fine anno. A cambiare è il fatto che quest’anno, per la prima volta, mi trovo nel posto in cui ho scelto di vivere.

Leggi tutto: Grazie (per) Licata

Non avete capito un tubo (compressore)

Dopo i fatti accaduti a Napoli sento il bisogno di dire la mia.

"No, che palle, ma non dici già la tua su ogni singola cosa accada nell’universo??" direte voi. Lo capisco, ma vi prego, statemi a sentire, solo per questa volta. Per questa volta metterò da parte i toni maleducati da troll che mi contraddistinguono e parlerò seriamente e in modo pacato, perché la situazione è seria. No, non è "solo" perché hanno violentato un ragazzino di quattordici anni con la pistola di un compressore infilata nell'ano, riducendogli l'intestino una poltiglia. Lo è sempre stata. Probabilmente sarò prolisso, ma vi prego di leggere tutto.

Leggi tutto: Non avete capito un tubo (compressore)

Dove non piove quasi mai

Stamattina è piovuto a Licata. Mentre andavo in radio due gocce sono atterrate sul parabrezza della mia vecchia Punto; ho cercato di fotografarle, ma è difficile mettere a fuoco un millilitro d’acqua mentre si è al volante, soprattutto in una città senza semafori.

Leggi tutto: Dove non piove quasi mai

Come quel giorno di 14 anni fa

Quando misi piede per la prima volta a Torino, ad accogliermi fu una vecchina che decise di rendere quel giorno uno dei più brutti della mia vita. Doveva affittarmi casa, mi guardò negli occhi dopo aver firmato tutto ciò che c'era da firmare e mi disse: "Mi dispiace, vada pure, si riprenda la caparra, noi ai terroni non affittiamo la nostra casa". Non dissi nulla, ripresi il mio e uscii senza dire neppure una parola.

Leggi tutto: Come quel giorno di 14 anni fa

Finìa l'estate

Finìa l'estate

Lo sento dire praticamente da metà luglio, e anch'io l'ho detto per scherzo ogni volta che la temperatura scendeva sotto i 30 gradi, ma adesso è quasi vero. L'estate è finita, ma non perché ieri a Licata c'era un vento freddo che sembrava aprile: oggi è tornato a splendere il sole, e a quanto ho capito c'è ancora parecchio tempo prima di mettere a riposo i costumi da bagno.

Leggi tutto: Finìa l'estate

Mi chiamo Roland

Mi chiamo Roland, e oggi sono 20 anni esatti da quando sono morto.

Leggi tutto: Mi chiamo Roland

L'immigrato al contrario

Ho freddo, sono stanco, ho sonno e mal di schiena, la mia famiglia e gli amici di una vita sono lontanissimi, ma sono felice. E sono a Licata.

Da quando ho aperto il mio blog, quasi tre anni fa, è la seconda volta che mi sento qualcosa che non è il blocco dello scrittore perché non sono uno scrittore, ma che comunque ci va vicino. E anche l'altra volta c'entrava Licata, da cui ero appena tornato.

Leggi tutto: L'immigrato al contrario

Le 8 caratteristiche del tipico tifoso di calcio italiano

Analizzando la personalità di quello che comunemente viene definito tifoso, si possono elencare caratteristiche comuni, indipendentemente dalla fede calcistica:

1.Non ha intrapreso la carriera di allenatore solo perché, se lo avesse fatto, avrebbe vinto tutto date le sue innate competenze.

Leggi tutto: Le 8 caratteristiche del tipico tifoso di calcio italiano

Un mondo senza letteratura

La cultura e la fruizione della cultura non sono esclusive: non appartengono a nessuno, e la convivenza tra diverse forme espressive non solo non è vietata, ma è anzi auspicabile.

È anche concepibile che nicchie diverse abbiano uditorî diversi, ed è lecito pensare che il paragone, specie se forzato, sia una strategia retorico-argomentativa fallace.

Leggi tutto: Un mondo senza letteratura