Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Articoli taggati 'poesia'

Un mondo senza letteratura

La cultura e la fruizione della cultura non sono esclusive: non appartengono a nessuno, e la convivenza tra diverse forme espressive non solo non è vietata, ma è anzi auspicabile.

È anche concepibile che nicchie diverse abbiano uditorî diversi, ed è lecito pensare che il paragone, specie se forzato, sia una strategia retorico-argomentativa fallace.

Leggi tutto: Un mondo senza letteratura

Almeno tu nell'Unicredit

Sulle note di "Almeno tu nell'universo", un simpatico omaggio alla famiglia di carcerati più famosa del momento, i Ligresti

 

SAI, Ligresti è strano, prima corrompe e poi ti ammalia

cambia appalto improvvisamente, prima la verità poi mentirà lui

Leggi tutto: Almeno tu nell'Unicredit

Passerò il Natale da solo

Michele e il rimpianto per una donna "perTetta"... Astenersi moralisti da quattro soldi, grazie.

 

di Michele Busca

 

Sicuramente non festeggeremo il Natale insieme,

sicuramente tu sarai in montagna con

un ricco sceicco,

sicuramente tu sai già adesso

ad agosto

cosa farai a Natale.

Leggi tutto: Passerò il Natale da solo

Che cos'è la felicità?

Una volta mi hanno chiesto:

cos’è per te, Mike, la felicità?

D'istinto mi e' venuto da dire: "Felicità

è un bicchiere di vino con un panino, la felicità

è lasciarti un biglietto dentro al cassetto, la felicità

è un cuscino di piume, l'acqua del fiume che passa e che va",

come in una canzone di Al Bano e Romina Power.

Leggi tutto: Che cos'è la felicità?

A che cosa serve la poesia?

A che cosa serve la poesia? Può servire.

Vi faccio un esempio.

Prendete una coppia che va abbastanza bene:

due o tre lustri di convivenza

casa figli interessi comuni.

I coniugi, però, non essendo né sordi né orbi

né privi di altri sensi,

naturalmente non sono immuni

dal notare che il mondo è pieno di persone attraenti

dell'altro sesso

di cui alcune, per circostanze favorevoli,

sarebbero passibili di un incontro a letto.

Sorge allora un problema che propone tre soluzioni.

Leggi tutto: A che cosa serve la poesia?

Quel giorno verrà

Un giorno ci stancheremo di aspettare.

Ruberemo a noi stessi

la libertà di sperare.

Cammineremo

battendo i piedi con forza,

cancelleremo gli slogan

e bruceremo le bandiere

gridando a tutti

rabbia e insofferenza.

Raccoglieremo sull’asfalto

coperti di sangue

le umiliazioni di vinti.

Il pianto di ieri

versato in religiosa attesa

colmerà gli affanni e le paure

del domani.

La nostra vita di uomini

passa oggi di bocca in bocca

nelle vuote promesse

di funesti liberatori.

Leggi tutto: Quel giorno verrà

La linea Durand

(Linea Durand - Durand Line in inglese - è il termine utilizzato per indicare il confine (scarsamente delimitato ma riconosciuto ufficialmente dal punto di vista internazionale) che per 2640 km separa Afghanistan e Pakistan)

Peperoncini rossi nel sole cocente

polvere sul viso e sul turbante

io e il Mullah Omar all'occidente

abbiamo aperto i nostri occhi oltre il cancello.

Leggi tutto: La linea Durand

Mi fa male essere così delicato

Come vi invidio.

Lo dico sinceramente.

Come mi piacerebbe vivere in modo tanto leggero.

Riuscire a soddisfarmi con un po' di sesso,

essere capace di trovare piacevole andare a letto

con una persona che per me non conta nulla,

che è poco più di un numero.

Mi annoia.

Beati voi, davvero.

Vorrei andarmene per questo mio dolore,

anzi vorrei

per una volta nella vita,

che mi salvassi,

portandomi via.

Alla fine essere salvati non è poi così poco dignitoso.

In certi casi ci sta e basta.

Leggi tutto: Mi fa male essere così delicato

Scrittura urgente

Ho sempre pensato che la scrittura nascesse dall’urgenza. L’urgenza di dire qualcosa che ci si porta dentro e che, prima o poi, non si può più tacere. L’urgenza di dare corpo a quelle parole che si affollano e si impongono. L’urgenza della condivisione e del dono.

Anche se poi, quando si scrive, non ci si può solo accontentare di “gettare” a casaccio le parole sulla carta. Perché la scrittura è anche tanto esigente. E per questo non tollera gli strafalcioni, la fretta, la mancanza di cura...

Leggi tutto: Scrittura urgente

Storie di alcool

Ho notato

che ragiono meglio,

e sopratutto sparisce la “pigrizia mentale”,

quando bevo.

L'alcool mi fa parlare un po’ di più:

mi rende leggermente più disinibito

e più baccaglione,

anche se rimorchiare ragazze ubriache

non mi aiuta a crescere personalmente,

e spesso non ricordo i loro nomi.

È una tattica,

come altre che uso,

che mi ha regalato le sere

più belle della mia vita;

bevo cocktail e birra a raffica.

Leggi tutto: Storie di alcool