Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Articoli taggati 'racconti'

Dormire insieme

sleep of the belovedGuardo il tuo volto mentre dormi. Mi domando come abbiamo potuto impiegare così tanto tempo per dormire insieme. Ancora mi è oscuro il motivo.

La pelle del tuo viso è completamente distesa e le tue palpebre dolcemente chiuse, per nulla serrate.

Credo tu stia sognando qualcosa di bello. Sorridi. Vorrei che tu stessi sognando me.

Leggi tutto: Dormire insieme

Monologo di un’amante

“Guardami. Non ripeterò una seconda volta queste parole e non voglio che tu perda questo momento.

Leggi tutto: Monologo di un’amante

La Miriam di nessuno

Miriam è il personaggio femminile di un libro di cui ho già scritto (È sempre colpa della prospettiva). Un libro che richiede molta determinazione per superare le prime 100 pagine.

 

Miriam incontra l'uomo che un giorno sposerà, alla festa delle seconde nozze di lui. Lui inizierà ad amarla nel momento stesso in cui percepirà la presenza di lei.

Leggi tutto: La Miriam di nessuno

Il tuo odore si confonde con il mio

Io chiudo gli occhi e tutto il mondo muore;

Schiudo le palpebre e tutto rinasce.

(Sono convinta di averti inventato.)

 

Non riesco a togliermi dalla testa questi versi. Non li conoscevo fino a qualche settimana fa. In realtà, non conoscevo neppure te.

Credo di averti inventato un pomeriggio d’inverno. Era uno dei primi giorni di freddo, nonostante il cielo limpido e il sole, ho indossato i miei stivali e il giaccone e sono uscita.

Leggi tutto: Il tuo odore si confonde con il mio

La freccia

Ci sono attimi, immagini, di per sé così fugaci, che se non presti particolare attenzione rischiano di sfuggirti inosservati… momenti perduti, svaniti nel nulla. Ma dove vanno tutti questi istanti persi per sempre? A me piace pensare che rimangano in un posto: a metà strada tra il cuore e il cervello… Aggrappati alla gola, pronti per essere evocati nei momenti più inaspettati.

Leggi tutto: La freccia

La cena prevedibile

Lo sapevo che sarebbe finita così...”

Eh, anche noi...”

 

Siamo in casa di G., la stessa dove ambientavo i racconti che scrivevo al liceo o all'università. È settembre, ma fa caldo anche se il cielo è nuvoloso; la tavola con la tovaglia bianca ricamata è in giardino, la vista è su un pezzo di città da media altezza.

Leggi tutto: La cena prevedibile

Lettera all’estate del paesino

Un racconto sulla bella stagione, un caldo affresco dipinto con i colori del sole e del cielo dal mio caro amico Nino.

 

di Nino Tarlato

È l’estate: esplode con i suoi effluvi, piena e selvatica. Le gambe delle donne, delle fanciulle tornano nude a stuzzicare la malizia maschile, definitivamente ridestatasi dal sonno invernale, dopo la colazione di petti, braccia e prime gonne che è solitamente servita dalla primavera.

Leggi tutto: Lettera all’estate del paesino

Ci si incontra sempre due volte

 

Un racconto su un abbraccio non dato e sulla lunga attesa per una seconda possibilità

 

di Marta Salvagnini

Giusy partì in una calda e afosa mattina di settembre. Il vestito che indossava ondeggiava fin sopra il ginocchio, mi ricordo ancora quei fiori azzurri che lo arricchivano. Giusy partì e il mio cuore con lei; io eterno infelice, lei così unica ai miei occhi.

Leggi tutto: Ci si incontra sempre due volte

Morte di un pesce

Un racconto sulla morte di un pesce rosso come metafora di una vita senza sosta


di Elvira Ferrara

Sofì non avrebbe permesso che quell’evento le rovinasse la giornata, eppure era lì a fissare quel corpicino senza vita che galleggiava nella boccia piena d’acqua. Era morto. Allo scadere dei tre mesi, il pesce rosso che aveva comprato era venuto a mancare.

Leggi tutto: Morte di un pesce

L'agnizione del dolore

Un uomo, una donna e i loro pensieri in riva al fiume intrisi di dubbi, domande e disperazione. Non esattamente una roba allegra, ecco.



di Manuela Iannetti e Claudio Pizzigallo

Leggi tutto: L'agnizione del dolore