Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Articoli taggati 'vita'

Grazie (per) Licata

grazie 2014L’aria fuori è fredda e frizzante, a scaldarla ci sono le luminarie natalizie nelle vie del centro e i sorrisi delle persone nei bar, nei negozi e per le strade. Insomma, la solita atmosfera già vista e sentita per ormai decine di feste di fine anno. A cambiare è il fatto che quest’anno, per la prima volta, mi trovo nel posto in cui ho scelto di vivere.

Leggi tutto: Grazie (per) Licata

Il primo semaforo dopo due mesi

Qualcuno diceva che – dopo l’Etna e la siccità – la terza grande piaga che diffama Palermo e tutta la Sicilia è il traffico, ma io non ci ho mai creduto. E, a parte u cugliunìu, avevo ragione, almeno per quanto riguarda Licata. Se non ci sono parate di carnevale (brasiliano) fuori stagione, o se non ci sono le bancarelle per Sant’Angelo, il traffico vero qui a Licata fortunatamente non esiste.  

Leggi tutto: Il primo semaforo dopo due mesi

L'immigrato al contrario

Ho freddo, sono stanco, ho sonno e mal di schiena, la mia famiglia e gli amici di una vita sono lontanissimi, ma sono felice. E sono a Licata.

Da quando ho aperto il mio blog, quasi tre anni fa, è la seconda volta che mi sento qualcosa che non è il blocco dello scrittore perché non sono uno scrittore, ma che comunque ci va vicino. E anche l'altra volta c'entrava Licata, da cui ero appena tornato.

Leggi tutto: L'immigrato al contrario

Se riavessi i miei vent'anni

Quando la nostra età arriva a una cifra tonda, sentiamo stranamente il bisogno di fare un bilancio della nostra vita. È successo a tutti, almeno una volta. Sarà forse colpa del sistema metrico decimale che ci insegnano fin da piccoli sui banchi di scuola, ma siamo naturalmente portati a scandire la nostra vita in decine. Quasi come se nei nove anni precedenti vivessimo senza pensare, e ci trovassimo poi improvvisamente davanti al fatto compiuto, a fare i conti con le nostre azioni. Tutto questo proprio allo scattare dello zero.

Leggi tutto: Se riavessi i miei vent'anni

La freccia

Ci sono attimi, immagini, di per sé così fugaci, che se non presti particolare attenzione rischiano di sfuggirti inosservati… momenti perduti, svaniti nel nulla. Ma dove vanno tutti questi istanti persi per sempre? A me piace pensare che rimangano in un posto: a metà strada tra il cuore e il cervello… Aggrappati alla gola, pronti per essere evocati nei momenti più inaspettati.

Leggi tutto: La freccia

Come dicevamo ieri...

Mai T., italiana che vive in Inghilterra, e una meravigliosa riflessione sui sogni, sui doni e sulla vita (tutto nasce da questo post sulla disperazione dei trentenni "artisti" di oggi)

 

Ciao “peggiore”,

Leggi tutto: Come dicevamo ieri...

'giorno mondo - Io ho paura

Spesso sei partita da immagini, fotografiche o letterarie o altro, che ti hanno colpito, stavolta vorrei che tu partissi da una tua immagine. In pratica vorrei sfidarti”.

Le sfide. Già. Mi passano per le mani ogni giorno e non riesco a lasciarle andar via, non ho interesse a farlo, perché credo sia lì che risiede il senso che uno decide di dare alla propria vita.

Leggi tutto: 'giorno mondo - Io ho paura

Vivi la tua città come se non avessi niente da fare

tempo liberoImmagina la tua città con gli occhi di uno che ci sta in vacanza pur essendoci nato.

 

Quando dici che il posto in cui vivi è una merda (senza che la Cassazione ti senta, mi raccomando), prova a pensare a come la vedresti se non avessi impegni, obblighi, ansie.

 

Immagina un lunedì in cui non devi andare a lavorare, né cercarlo se non ce l'hai. D'estate è perfetto: ricordi com'era quando andavi a scuola e tre mesi di vacanze sembravano quasi troppi, compiti a parte?

Leggi tutto: Vivi la tua città come se non avessi niente da fare

Una mano per un mano a mano

Claudia e FabrizioClaudia e Fabrizio lavorano assieme in uno spettacolo circense di mano a mano da circa un anno e mezzo. Dopo aver portato il precedente spettacolo per le strade e le piazze italiane a offerta libera, ora vorrebbero raggiungere più persone in tutta Europa, con uno spettacolo ben strutturato ma anche "pratico" da trasportare. Per farlo, i due ragazzi hanno bisogno di una mano.

Leggi tutto: Una mano per un mano a mano

Cara Ikea, esistono anche i single!

la coppietta dell'IkeaUn sentito appello al mobilificio più famoso nel mondo: pensate anche a chi non ha famiglia!



di Michele Busca

 

Cara Ikea, comincia a pagare dei figuranti single per presenziare nei tuoi negozi, o ti avverto che perderai un cliente.

Leggi tutto: Cara Ikea, esistono anche i single!