Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Il pagellone del concertone di Radio Italia

 


Sabato a Milano, in piazza Duomo, si è svolto il concerto gratuito organizzato da Radio Italia.
Ecco il pagellone dell'amico Matt.

Bellissimo il concerto organizzato da Radio Italia "solo musica italiana", in piazza Duomo.
Prima di scrivervi il pagellone dei big italiani che hanno deliziato l'evento, però, ci tengo a sottolineare uno spiacevole episodio :
Alla fine del concerto, Luca & Paolo (i conduttori della serata) hanno fatto salire sul palco gli organizzatori e gli speaker di Radio Italia. Ebbene... ci credereste che praticamente nessuno (giusto forse le primissime file) ha applaudito? Salvo poi, dopo neanche un secondo, battere fragorosamente le mani per l'ingresso dei Negramaro. Se fossi stato il direttore di Radio Italia, mi sarei messo a pisciare sul pubblico dicendo: " Cazzoni, state qui gratis a vedervi un concerto organizzato da me e manco mi dite grazie ".

Ad ogni modo, ecco la classifica.

RAF: Praticamente parlava nel microfono, quando tra il pubblico qualcuno alzava la voce non si riusciva a sentire. TRISTISSIMO AUTOMA: 3.

FABRI FIBRA: Bravo, ma gli arrangiamenti non lo hanno aiutato, sembrava che cantasse a cappella. Mi aspettavo comunque più grinta. TIMIDO CAPPELLANO: 5,5.

STADIO: Bravi tutti, il pubblico però era troppo giovane per loro. Vari momenti di imbarazzo, quando Gaetano ha cercato di interagire con la platea e nessuno conosceva le canzoni. Sfiga vuole che, durante la loro esibizione, è iniziato pure a piovere. FUORI DAL CORO MA CON DIGINITÀ: 6.

MARCO MENGONI: Non conoscevo le sue canzoni, però ha cantato bene ed è stato simpatico nel siparietto con Luca & Paolo. BRAVO RAGAZZO: 6,5.

ALESSANDRA AMOROSO: Unica donna della squadra. Anche qui ero totalmente estraneo al suo repertorio, ma ha avuto la fortuna di cantare dopo l'automa, quindi la sua performance mi è rimasta particolarmente impressa. Un po’ teatrale quando ha pianto per l'emozione, ma per il resto ha grinta da vendere. LEONESSA: 7-.

CESARE CREMONINI: Bravissimo anche lui. In debito d'ossigeno già al secondo pezzo, si è comunque dimostrato all'altezza della fama. Unica nota: 50 special l'ha cantata, a dimostrazione che deve ringraziare i Lunapop se è arrivato lì. LA VESPA È DIVENTATA UNA MOTO: 7.

NEK: Bravissimo, bella voce, simpatico. Insomma proprio come la copertina dei suoi cd. A DIFFERENZA DI LAURA, LUI C'È: 7,5.

NEGRAMARO: Sempre bravi, ma Giuliano se la tira davvero troppo e si crede God in persona. BRAVI MA PRESUNTUOSI: 8-.

Pari merito:
ZUCCHERO E EROS: Il tempo non passa per la loro voce, meno male che hanno aperto loro. VETERANI: 8.


Migliore in campo:
ANTONELLO VENDITTI: È stato il vero re della serata. Grande voce, impressionante presenza scenica. Ma quanti anni ha? Inoltre, quando è arrivato lui ha smesso di piovere... più di così! SI PORTA IL PALLONE A CASA: 9.

Allenatore Radio Italia:  Spettacolare iniziativa, ce ne fossero di più così. Bello tutto, Bravi. 10

Musica Italiana:  Se non parlasse d'amore non esisterebbe.

Matt

"Pizzi chi?" è anche su  Facebook  e  Twitter stacci dentro

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna