Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

La gente e le bufale: un caso pratico (il mio)

 

 

È da parecchio che non scrivo un post sulle bufale, che pure sono state uno degli argomenti principali che mi hanno portato ad aprire e a portare avanti questo blog. Un po' per pigrizia, un po' per frustrazione, negli ultimi tempi ho lasciato correre le minchiate in cui mi sono imbattuto con un motto ben enunciato nell'ultima storia di Zerocalcare: chittesencula.

 

Ma la verità, purtroppo per noi, è che le bufale continuano a propagarsi con una velocità tale da far perdere ogni speranza tipo "prima o poi i cretini si estingueranno" e da far pensare alle spedizioni che facevano un tempo in Australia per ammazzare i conigli che si riproducevano fedeli al proprio nome e senza incontrare predatori in grado di limitarne gli effetti devastanti.


Va be', lasciamo perdere l'Australia e spostiamoci metaforicamente a Gaza, località ben più pericolosa per gli esseri umani: per chi ci sta, per chi rischia la vita e purtroppo la perde, ma anche per chi si limita a parlarne da lontano.
Il conflitto israelo-palestinese è stato nei mesi scorsi fonte inesauribile non solo di tragedie, ma anche di bufale. Una cosa abbastanza prevedibile, considerati i presupposti: argomento tremendamente complesso e complessivamente tremendo; coinvolgimento di categorie sociali storicamente vittime di pregiudizi e odio, musulmani ed ebrei; copertura mediatica ossessiva e ossessivamente alla ricerca di nuovi elementi per indignare l'opinione pubblica, leggasi bambini morti; durata quasi secolare capace di far maturare nelle persone la convinzione di "aver capito come stanno le cose"; affinità con il repertorio classico della letteratura complottista, comprendendo interessi Usa, alta finanza mondiale (di nuovo gli ebrei) e in generale politici e ka$ta di tutto il mondo. A fare la somma, il risultato non può che essere disastroso, e infatti così è stato.


Non starò qui a spiegare perché e per come la mia visione sulla guerra tra Israele e Palestina sia influenzata dal fatto che quel vecchio comunista di mio padre non mi ha mai comprato la kefiah e dalla foto di due ragazzini abbracciati, uno appunto con la kefiah e l'altro con la kippah, appesa in camera da mio fratello maggiore. Basti sapere che mi sento di essere cresciuto da quando riesco a seguire l'informazione sul tema senza odiare i "bastardi sionisti" e neanche i "fottuti integralisti islamici". In pratica non tifo.


E come ci si può godere meglio una partita di calcio (lo dico per esperienza) se non si parteggia per nessuna squadra, così si può soffrire nel vedere come la logica e il buon senso siano maltrattati dalla stragrande maggioranza dei miei amici socialnetworkiani che "prendono posizione" sul tema.

Ovviamente, essendo figlio di mio padre, sono di sinistra anch'io, e così la maggior parte dei miei amici, nella vita come su facebook; per questo la maggior parte di loro "tifa" Palestina e quindi abbocca alle bufale pro Palestina. Sì, perché ovviamente la gente crede alle favole a cui vuole credere, ma questo credo sia evidente anche solo per il fatto che le ragazze continuano a comprare volontariamente le ballerine.

 

Tra i #freePalestine, quest'estate, è andata molto di moda una storiella, in particolare: quella secondo cui una specie di Borghezio israeliana avrebbe detto che devono morire tutti i palestinesi con le loro madri. In realtà, però, la polemica era partita da un articolo sull'Independent in cui una giornalista accusava Ayelet Shaked, appunto la Borghezio israeliana, di aver detto cose per quanto turpi sensibilmente diverse, ovvero che le madri dei terroristi devono morire con i loro figli perché è anche colpa loro come di chi li appoggia e li onora come eroi se continuano a farsi esplodere in attentati e stragi.

 

Ecco, per fare capire e quindi riportare correttamente questa differenza mi sono scontrato con una decina di amici e persino con un amministratore della pagina fan dei 99 Posse, il quale ha minacciato di togliermi l'accesso alla pagina di un gruppo che amo da vent'anni se non la smettevo di riportare i link originali e le traduzioni corrette. A parte i 99 Posse, comunque, tra gli amici con cui mi sono scontrato c'è gente che ha fatto il giornalista o che fa politica: per dire che il tifo può accecare chiunque.

 

E quando dico chiunque dico chiunque. Persino un professore universitario di chiara fama (non solo per avere insegnato a me) di cui preferisco non fare il nome perché non ricordo se ho ritirato la pergamena di laurea (scherzo, prof). Il docente in questione è un fervente sostenitore della causa israeliana; anche noioso, come amico su facebook, perché in effetti è più monotematico di una fan degli one direction. In passato mi ero già preso un po' di paroline da lui e dai suoi sostenitori, perché avevo lamentato un atteggiamento così aggressivo nel riportare dati e informazioni negli articoli da lui postati o scritti da far esclamare anche a me qualcosa tipo "e poi vi chiedete perché state antipatici a tanti".

La vera bufala, comunque, è arrivata solo ieri: ammetto che lo stavo aspettando al varco, e ammetto di aver avuto un brivido caldo quando l'ho "sgamato". Anche perché era una roba proprio da dilettanti grillini, con tanto di simbolo del movimento 5 stelle e di logo del Fatto Quotidiano. A darla, comunque, è apparentemente la pagina facebook Leggo.it.
"Ecco cosa ha detto la Boldrini oggi alla Camera" avverte il titolo della fotonotizia, e riconosco che già a quel punto mi stavo scrocchiando le dita per rispondere. "Bisogna eliminare i pregiudizi razziali verso i mussulmani, che poi, conoscendo bene la loro cultura, sono molto più civili e meno maschilisti degli italiani".

 

A fine frase ero frastornato: non tanto per la bufala in sé, ché sulla Boldrini se ne sono già dette di ogni (e già ne ho parlato qui), quanto per l'incapacità di capacitarmi che un professore universitario (non di medicina o ingegneria, ma di scienze della comunicazione) potesse farsi accecare a tal punto dal proprio tifo da credere a una simile gigantesca stronzata.


Ancora sbigottito ho googlato la frase postata pochi minuti prima dal prof per trovarne riscontro, ma ovviamente niente. Neanche su Leggo (probabilmente rimosso) o sul Fatto Quotidiano, ma neppure – che so – sul Giornale, sul Foglio, su odioimusulmanielaboldrini.com. Niente.
Al che ho copiato l'url di Google e l'ho incollato come commento al post del prof. Prima di me, solo un commento: "Fuori di testa!" ovviamente riferito alla presidentessa della Camera. In attesa di una risposta del prof sono arrivati altri commenti: "Questa è tutta scema !" e "ci son quelli fori di testa, quelli che son teste di cazzo e poi c'e' anche una classifica a parte ...". Per non annoiarmi, o meglio per divertirmi, sono intervenuto con un simpaticissssimo "e poi ci sono quelli che credono alle bufale perché confermano le proprie opinioni?".


Ancora niente prof, ma ecco un quarto commentatore anti Boldrini: "che coraggio! questa va tolta di li !!!". A quel punto cerco di parlare il loro linguaggio con un esplicito "È UNA BUFALA!!", e mi pare di vedere la luce in fondo al tunnel quando interviene uno per confermare la mia teoria e soprattutto quando si rifà vivo il professore. Prima è possibilista, poi dopo brevi insistenze da parte mia e del mio "socio" chiude con un esplicito: "In questo caso mi scuso", subito imitato da uno dei primi commentatori.

 

Caso chiuso? Magari. Se al 12° commento la cosa poteva già dirsi risolta, il post ha ricevuto ancora altri 49 commenti. Solo il primo dei quali smentiva senza se e senza ma il post: "la notizia è sicuramente una "cagata pazzesca" (parafrasando Fantozzi). questo genere di notizie-bufala non fanno altro che far arretrare la battaglia contro il fondamentalismo islamista".


Gli altri commenti (cliccando sugli screenshot qualcosa succederà), di seguito, dimostrano semplicemente che le bufale non si estingueranno mai, a meno che non si faccia come hanno fatto in Australia, dove per tenere a bada i conigli hanno introdotto un virus nella specie. Ovviamente i conigli del caso sono le bufale, non i bufalari, meglio specificarlo prima di vedere una mia foto con la scritta "questo cretino vuole infettare il genere umano per avere informazione più controllata"

 

 

A: anche se non avesse profferito le bestialità riportate le stesse sono evincibili chiaramente dal suo credo ideologico..del resto il suo compagno vendola li chiama fratelli ( in buona compagnia con papa bergoglio)...nessuna sorpresa fake o non fake

B: Ma. Questa. E. Da. Legare. E. La pazzia in persona

C: NEURONE INATTIVO

Claudio Pizzigallo: forse ti sei perso la parte in cui abbiamo scoperto che si tratta di una bufala.

D: tanti calci nel culo! Smettiamola di ingannare noi stessi con frasi scontate!

E: Dai, non credo affatto che la Boldrini o Vendola (persone di cui non condivido nulla politicamente) possano pensare che "i mussulmani sono molto più civili e meno maschilisti degli italiani". Questa è una frase stupida e triviale, non possono averla pronunciata, e nemmeno pensata.

A: dipende...l'ideologia acceca

Claudio Pizzigallo: già, ogni ideologia può accecare, politica o religiosa che sia

A: io mi riferisco alle ideologia totalitarie, per antonomasia cieche accecanti e criminali, da cui provengono i due soggetti citati...la boldrinova , credo, almeno per retaggio culturale...vendola per militanza..ed in ogni caso loro e la loro parte politica ne hanno detto anche di peggiori ..

Claudio Pizzigallo: vabbè, siamo arrivati allo stile travaglio-grillo-fede di storpiare i nomi per deridere chi non piace. Scusa sai, ma credo che questo dialogo non faccia per me, continua pure da solo.

A: non voglio deridere nessuno..la storpiatura in questione , che non ho inventato io, richiama assonanze storico politiche e non altro..del resto nell'impero sovietico le signore in ...ova erano figure di primissimo piano, persdonale e politico, e credo anche che a lei non dispiaccia l'accostamento...

F: piu' idiota di questa non credo esistano al mondo! la cultura mussulmana? purtroppo ne abbiamo esempi tutti i giorni e sta' scema ancora non ha capito con chi ha a che fare! buttiamola fuori!

Claudio Pizzigallo: abbiamo appurato una decina di volte che si tratta di una bufala, e il prof si è anche scusato. Chi è la scema dunque?

G: Ma cosa sta dicendo la Boldrini, lei è protetta da 10 persone, noi non siamo protetti neppure dallo Stato, se ci minacciano e ci difendiamo , lo stato incarcera, noi è una legge giusta?

Claudio Pizzigallo: porca miseria SI TRATTA DI UNA BUFALAAAAAAAAAAAAAAAAA

A: che sia il caso di "superare i pregiudizi "razziali" nei confronti dei mussulmani" non è affatto una bufala ma il pensiero della sua parte politica, ripetuto fino alla noia neglu ultimi anni e con punte che arrivano al grottesco. l'altra parte del post è un di piu che non aggiunge e toglie nulla
http://www.informazionecorretta.it/main.php?mediaId=6...
il sindaco se la prende con il vescovo di imola che ha osato chiamare le cose con il proprio nome..questa è la brodazza che favorisce le "bufale" VERE

H: ci fa o ci e' ????

I: Chi vuole regalare un biglietto a BOLDRINI per farla stare relegata 10 anni in un harem di un TALEBANO? Cambierebbe idea? per fortuna si occupava di 'ste cose in EU.

L: tutt'e due.... ecquecquà....per la scema di montecitorio
Claudio Pizzigallo: il prof. mi scuserà se purtroppo ogni 2-3 commenti mi tocca ripetere ai commentatori insultanti che SI TRATTA DI UNA BUFALA!!

L: provareeee ...non è sufficiente dire "è un a bufala"....DARE LE PROVEEEEEE

Claudio Pizzigallo: Ah, ho capito. Allora prima voglio le prove che XXXX non è Batman.
(per dire che forse bisognerebbe prima avere le prove che la Boldrini ha detto quello che ha scatenato tanta rabbia, e non le prove che non l'ha detto. La prova che non l'ha detto è semplicemente la mancanza di riscontri, ovviamente)

M: Non ci credo !
Non è possibile !!!
Allora sì, questa donna è completamente fuori di testa !

A: è una bufala , almeno sembra, la manipolazione dl post nel senso che letteralmente sembra un testo costruito e poi attribuito. nella sostanza , politica e ideologica, non è affatto una bufala ma richiama un modus pensandi perfettamante attagliabile a costei e al sinistrimo in generale. punto!

Claudio Pizzigallo: In sostanza una bufala. Punto.

A: se è una bufala lo è solo nella forma delle espressioni utilizzate e non nella sostanza . del resto le vere bufale per attecchire devo essere molto verosimili...in questo caso si sfondano porte aperte e la cd "bufala" non puo' sorprendere chi conosca il personaggio i suoi amici i suoi orientamenti le sue scelte i suoi silenzi i suoi comizi
Claudio Pizzigallo: ho capito. Quindi se domani esce un articolo che attribuisce a un politico israeliano un'espressione tipo "i musulmani sono una razza inferiore, continueremo a sterminarli finché non saranno eliminati dalla faccia della terra" non si tratta di una bufala, se non nella forma delle espressioni, perché in sostanza richiama un modus cogitandi perfettamente attagliabile ecc.?

A: ma per favore..Israele si difende e nessun politico israeliano puo' straparlare di razze inferiori ne lo ha mai fatto semplicemente perchè non è la sua cultura...le razze inferiori e gli infedeli da conquistare le prevede il Corano...quindi non sarebbe una bufala sarebbe solo un scemenza

Claudio Pizzigallo: sarà, ma io ho speso ore e ore a far capire a gente che la pensa diversamente che le frasi sui serpenti e le madri palestinesi da ammazzare, attribuite a non ricordo quale politica israeliana, erano state abbondantemente manipolate. E dall'altra parte, pensa un po', mi rispondevano esattamente come stai rispondendo tu, ovvero "magari è un po' distorta ma rappresenta la sostanza dei pensieri degli israeliani". No ma continuiamo pure con questo spirito che è molto produttivo.

A: buona notte

Claudio Pizzigallo: bene, un po' di riposo non può che farti bene. Buona notte.

A: no io sono sveglio . dormo poco.

Claudio Pizzigallo: si vedono i risultati

A: ah certo il valutatore è esimio

Claudio Pizzigallo: io non valuto, io osservo e traggo conseguenze logiche, a differenza di qualcun altro.

A: insisto: per qualcuno è logica per altri meno..e cmq io dormo poco e non ho bisogno di consigli dei non valutatori

N: ahahahahahahahhhahahaha

O: parla a vanvera.

P: Perché non se ne va a vivere dai suoi amici civili e femministi?

Claudio Pizzigallo: Perché è una bufala.

A: le sue posizioni politiche sul tema sono stranote e non sono una bufala

Q: la domanda se e cosa lei conosce veramentedella cultura mussulmana o parla per sentito dire.Probabilmente qualche maschio italiana deve averla trattata veramente male o qualche maschio mussulmano veramente bene!

 

(EDIT: andando a cercare i link per testimoniare la bufala mi sono reso conto che non è la vera pagina del free press Leggo ad averla pubblicata, ma una pagina fake il cui ultimo post al momento parla di Beppe Grillo portato d'urgenza all'ospedale San Martino di Genova dopo un malore...)

Pizzi


LEGGI ANCHE: La bufala della Boldrini che vuole dare le case popolari prima a rom ed extracomunitari

 

 

 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna