Vai alla homepage
Un po' di tutto,
scritto bene.

Una carezza in un augurio

 

 

Una mamma, una figlia, una canzone. A unirle un 5 luglio di 27 anni fa

 

Ecco, ci risiamo, è di nuovo la notte in cui quella canzone di Celentano mi scivola dalla mente al cuore.
È la stessa che il ginecologo e l’ostetrica cantavano a squarciagola in sala parto, poco dopo la mezzanotte del 5 luglio 1986 quando, tenendo fra le mani uno scricciolo con gli occhi neri, mi dissero: “eccola, questa è la sua bambina”.

 


Ricordo l’inevitabile gioia che provai, ma anche l’ansia dei giorni successivi, quando mi chiedevo se sarei stata in grado, a soli 21 anni, di crescere una figlia.
Oggi che ho davanti i risultati posso dire che tra me e lei abbiamo fatto… un gran bel lavoro.

 

Ovunque tu sarai”, con tutto l’amore che posso, buon compleanno Valentina.


mamma

 

La Casa di Via Favria

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna