I film che non siamo riusciti a vedere fino alla fine

30 Agosto 2013 0 Di Pizzi

 

Venti film difficili (molto difficili) da vedere fino in fondo, tra sonnolenza, terrore e disgusto. I primi dieci sono di Mai T., i secondi dieci sono i miei. Anche se ce n’è uno su cui siamo tutti d’accordo: io, lei e almeno il 90% della popolazione mondiale, spero.

Pizzi

1. Kill Bill – Quentin Tarantino: facciamoci odiare subito, mi sono addormentata a metà.

2. Profondo rosso – Dario Argento: mio fratello è seduto sul divano con aria indifferente, io sto correndo e urlando dal terrore per tutta la casa.

3. Elephant man – David Linch: guardato a 8 anni, pensando facesse meno paura di Profondo rosso. Non ho spento, ma per metà film avevo le mani davanti agli occhi. Innumerevoli notti insonni a seguire.

4. Edward mani di forbice – Tim Burton: appena ripresa dal trauma di Elephant man, ho incominciato a guardare questo film. Honestly, what was wrong with me?

5. Scoop: what was wrong with Woody Allen?

6. Nuovo cinema Paradiso – Giuseppe Tornatore: non riesco mai ad andare oltre la scena dell’incendio del cinema, troppa tristezza.

7. 2 girls 1 cup: troppo schifo.

8. Antichrist – Lars von Trier: a.i.u.t.o.

9. Via col vento – Victor Fleming: perché a volte i film devono anche finire.

10. Dottor Zivago – David Lean: perché non puoi farmi finire il film con lui che corre dietro un tram e si capisce che sta per schiattare e lei… No, no, io spengo e ti boccio il film… Ah, è tratto da un libro??

 

Mai T.

1. Nightmare before Christmas – Tim Burton: l’unico film per cui ho abbandonato un cinema. Alla quarta pallosissima canzone in dieci minuti, con buona pace di Renato Zero, ho guardato mio fratello seduto accanto a me: “Andiamo?” “Subito”.

2. 2001 Odissea nello spazio – Stanley Kubrick: ci ho provato 4 volte. Risultati, nell’ordine: addormentato dopo 15 minuti (di sera), addormentato dopo 25 minuti (di pomeriggio), addormentato dopo 5 minuti (di notte), visto tutto (di notte, approfittando dell’insonnia e sperando di abbatterla). Quando l’ho finito, comunque, non ci ho capito una mazza.

3. L’arte del sogno – Michel Gondry: l’ambientazione onirica è così ben resa che mi sono addormentato sul divano di un mio amico, ma con grande piacere. Al secondo tentativo ce l’ho fatta.

4. Donnie Darko – Richard Kelly: sarà anche un film culto per miliardi di ragazzi, ma io mi sono annoiato mortalmente. Per dire, è stata l’ultima volta che ho noleggiato un film da Blockbuster.

5. Quel nano infame – Keenen Ivory Wayans: un film basato sul fatto che un nano barbuto possa essere scambiato per un neonato. Alla scena in cui il nano fa sesso con la madre adottiva, che non si accorge che non si tratta del marito, ho preso a schiaffi gli amici che avevano messo su tale merdata.

6. Il Sesto senso – M. Night Shyamalan: la prima volta lo registrai da rete 4 una dozzina di anni fa. Tutto bene, a parte che il finale del film non c’era nella videocassetta grazie a una mezzoretta di tg4 notturno con Emilio Fede. Poi dice che lo odiano…

7. La sottile linea rossa – Terrence Malick: ricordo solo che dopo una ventina di minuti (ma sembravano giorni) di rumori di guerra misto vegetazione tropicale mi sono chiesto se c’era qualche problema nel dvd. Non c’era, e allora basta, grazie Terry.

8. Jules et Jim – François Truffaut: già lo sapevo che il cinema francese non fa per me, ma sai, a forza di sentirlo definire “un capolavoro” la voglia di vederlo ti viene. Pallosamente stucchevole, ma è colpa mia di sicuro.

9. Shining – Stanley Kubrick: da bambino mi terrorizzava, ma lo vedevo fino in fondo. Da ragazzino mi turbava, ma lo vedevo fino in fondo per far colpo sulle ragazzine. Da adulto mi ha fatto da ninna nanna, e i problemi sono evidentemente tutti miei.

10. 2 girls 1 cup: ero sicuro di avere uno stomaco forte, prima. Ho resistito 45 secondi al massimo, ma quasi con ammirazione per chi è riuscito a creare una roba del genere.

 

Pizzi

A questo punto, mi sa che se non l’avete visto, almeno questo capolavoro dovreste provarlo. Eccovelo: in bocca al lupo…

http://www.2girls1cup.nl/