Io non prego per Boston

16 Aprile 2013 0 Di Pizzi


Ma perché dovremmo pregare per Boston ? Pensare, riflettere, anche piangere, ma perché pregare? 
Mi sembrano inutili le invocazioni a dio (o a Dio), al di là della fede di ciascuno: che si tratti di un attacco fatto in nome della religione o meno, è una tragedia che nasce (e soprattutto muore) con gli esseri umani.

L’inizio “ufficiale” e globale della preghiera l’ha lanciato, come ormai d’abitudine, Twitter con l’hashtag del momento: #prayforboston , che a distanza di quindici ore si riempie al ritmo di venti tweet al minuto. Testimonianze, video, foto vere e raccapriccianti o false ( vogliamo dire simboliche? ) ma ancor più raccapriccianti di vittime, corpi, traguardi e morte (che rimane l’unico traguardo che tutti raggiungiamo). Insomma, il solito armamentario di solidarietà e morbosità intrecciate e fuse, proprio come i resti di una bomba.

Ma in mezzo a tutto ciò, non riesco a levarmi dalla testa questa domanda: perché pregare per Boston? Al di là del solito argomento da atei e anticlericali, ” pregare non serve a niente “, è infatti una domanda che vorrei porre a tutto il mondo, o almeno a quella parte che “prega per Boston” con un computer o uno smartphone dotato di #. Io non voglio pregare, io voglio capire!

Al momento sappiamo solo che ” a ttaccare gli “eventi sportivi”: è il monito lanciato ai jihadisti di tutto il mondo nell’ultima edizione del magazine di Aqap, il braccio yemenita-saudita di Al Qaeda. Ne dà notizie il Site, la piattaforma di monitoraggio Usa delle organizzazioni terroristiche internazionali “. Quanto basta, comunque, perché un ragazzo saudita ferito a un braccio venga piantonato in ospedale: non è in stato di fermo (per modo di dire, date le sue condizioni…), assicura la polizia statunitense, ma qualcosa mi dice che milioni e milioni di occidentali hanno già “capito” che è lui, il colpevole. È arabo, è musulmano, e tanto basta.

Ma così, mi chiedo, non c’è il rischio di alimentare uno scontro religioso già molto teso da tanti (troppi) anni? E solo a me fa impressione pensare che, di fronte a un attentato di possibile matrice religiosa, la reazione del “popolo della Rete” sia di pregare?

Forse è colpa del mio scarso feeling con la fede e la religione, ma mi sembra di assistere all’ennesimo scontro tra tifoserie. Uno scontro semplicemente insensato , mi pare. Perché mutuato dal tipico ambito da cui provengono fiumi di metafore: lo sport.

Sapete, però, qual è la differenza tra sport e religione? Nello sport ci sono atleti, o squadre, che si affrontano: qualcuno vince e (quindi) qualcuno perde, perché è nella logica delle cose. Ma nella religione come si fa a vincere, o a perdere? Lo scontro, o la gara, ce le inventiamo noi, ogni volta che pensiamo o diciamo che ” il mio dio è migliore del tuo “, ma in realtà non stiamo assistendo a nessuna competizione.

Tutte le religioni nascono con e dall’idea di bene comune , di pace, di solidarietà tra gli esseri umani: e allora che c’entrano le guerre, se posso usare una domanda retorica? Niente, se posso usare una risposta retorica.

Qualcuno si immagina, che ne so, Allah che si picchia con Dio (quello con la maiuscola, accaparrata con abile mossa di marketing) per decidere chi è davvero una forza divina e creatrice e chi no? O Buddha che prende in giro Zeus perché nessuno si fila più gli dei (e pure i cittadini, ultimamente) greci?

Insomma, non ho mai capito lo scontro tra fedi perché mi è sempre sembrato piuttosto stupido adattare gli sballati schemi mentali umani a forze ritenute in grado di far funzionare l’universo . Figuriamoci “pregare per Boston” a cosa può servire…

Vogliamo fare tutti qualcosa per celebrare/onorare/ricordare/commemorare questo drammatico attacco? Allora guardiamoci in faccia : potremmo scoprire che invece di pregare sarebbe meglio ragionare tutti insieme.

Claudio Pizzigallo   (Pizzi)

“Pizzi chi?” è anche su  Facebook  e  Twitter : seguici!

Potrebbe interessarti: http://www.today.it/mondo/attentato-boston-morto-martin-richard.html
Seguici su Facebook: http://www.facebook.com/pages/Todayit/335145169857930