Kasabian: amore a prima vista!

23 Ottobre 2012 0 Di Pizzi

Non c’è niente da fare: sono per i colpi di fulmine !

Tutta colpa di una canzone,  Goodbye Kiss , e i Kasabian mi sono entrati nel cuore!
A volte mi basta una canzone per innamorarmi di un gruppo…

Dall’incontro tra il rock anni Sessanta-Settanta e l’elettronica nasce uno dei migliori gruppi degli ultimi anni: i Kasabian .
Il cantante Tom Meighan (fondatore della band), il bassista Chris Edwards ed il chitarrista, tastierista e compositore di testi Sergio Pizzorno , di origini italiane, si sono conosciuti al liceo e nel 1997 si sono riuniti formando il primo nucleo della band di Leicester.
Nel 2005 si è aggiunto un nuovo componente alla band: il batterista Ian Matthews .
È nell’anno successivo che il polistrumentista e paroliere Christopher Karloff arriva a far parte della band che, però, per divergenze artistiche abbandona, sostituito subito da Jay Meheler .

Il primo disco, che prende il nome da quello della band stessa, esce nel 2004, vende quasi un milione di copie e si aggiudica il doppio disco di platino nel Regno Unito. È il primo disco al mondo in formato DualDisc , con la parte audio su un lato e contenuti video in DVD dall’altra.
Il successo ottenuto è immediato e permette alla band di intraprendere un tour europeo di tutto rispetto.

Nel 2006 esce il secondo lavoro, dal titolo Empire , che, pur seguendo l’influenza di gruppi come Led Zeppelin, Beatles, Nirvana, Pink Floyd e Oasis, mette in luce una svolta verso sonorità più vicine al panorama musicale del momento, quindi più psichedeliche e sperimentali.
Il terzo album, intitolato West Ryder Pauper Lunatic Asylum , esce nel 2009, mentre Velociraptor , l’ultima fatica del 2011, porta la fama dei Kasabian anche fuori dal Regno Unito.

Paragonati a band come Stone Roses e Primal Scream, ad oggi si caratterizzano per un genere misto tra indie rock, elettronica, rock psichedelico e brit-pop, anche se i media li etichettano come band indie rock.
Dal vivo sono molto coinvolgenti ed energetici. Il frontman Tom Meighan ha un po’ di spavalderia alla Mick Jagger, e un po’ di strafottenza alla Liam Gallagher.

Almeno una volta nella vita, un loro concerto è da vedere!
E chissà se anche per voi scoccherà l’amore…

Carlotta Invrea

“Pizzi chi?” è anche su  Facebook  e  Twitter : seguici!