La linea Durand

28 Marzo 2013 0 Di Pizzi

( Linea Durand – Durand Line in inglese – è il termine utilizzato per indicare il confine (scarsamente delimitato ma riconosciuto ufficialmente dal punto di vista internazionale) che per 2640 km separa Afghanistan e Pakistan)

Peperoncini rossi nel sole cocente
polvere sul viso e sul turbante
io e il Mullah Omar all’occidente
abbiamo aperto i nostri occhi oltre il cancello.

Ho dato il sitar al figlio del fornaio
per una pizza ed un kalashnikov
la ricomprerò lungo il sentiero
e suonerò per il Mullah Omar all’imbrunire.

Nun chiagne Mullah Omar, Allah ci guarderà
e presto arriveremo alla linea Durand.
Stringimi Mullah Omar, ‘sto deserto finirà
tu potrai ballare un Attan

Dopo i buddha afgani e le rovine
le prime stelle sull’Indo.
Di notte sogno il minareto
e il collo di Alì pieno di sangue

Sono stato proprio io all’osteria
a premere le dita sul grilletto.
Vieni mia Mullah Omar, voliamo via
il motorino è pronto, quel che è fatto è fatto.

Nun chiagne Mullah Omar, Allah ci guarderà
e presto arriveremo alla linea Durand
Stringimi Mullah Omar, ‘sto deserto finirà
tu potrai ballare un Attan

Alla buskashi con Chai sabz ghiacciato
vedremo il mujahiddin toccare il cielo
all’ombra della tenda antica
dove Gul applaudiva il rodeo.

L’imam pregherà per il perdono,
ci accoglierà nella missione.
Avrò sandali nuovi un orecchino d’oro
e sotto il livello tu farai la comunione.

La strada è lunga, ma ne vedo la fine,
arriveremo per il ballo
e Allah ci apparirà sulle colline
coi suoi occhi smeraldi di ramarro.

Nun chiagne Mullah Omar, Allah ci guarderà
e presto arriveremo alla linea Durand
Stringimi Mullah Omar, ‘sto deserto finirà
tu potrai ballare un Attan.

Che cosa è il colpo che ho sentito?
Ho nella schiena un dolore caldo
siediti qui, trattieni il fiato
forse non sono stato troppo scaltro.

Svelto Mullah Omar, prendi il mio kalashnikov
guarda dove è partito il lampo
miralo bene cerca di colpire
potremmo non vedere la linea Durand.

Nun chiagne Mullah Omar, Allah ci guarderà
e presto arriveremo alla linea Durand.
Stringimi Mullah Omar, ‘sto deserto finirà
tu potrai ballare un Attan.

Fabrizio Mastroleo

“Pizzi chi?” è anche su  Facebook  e  Twitter : seguici!