Le elezioni di Gotham City

28 Febbraio 2013 0 Di Pizzi

Immagine tratta da qui

Ieri volevo rivedere l’ultimo Batman di Christopher Nolan. Dopo aver litigato con l’usb e il dvd, ho riacceso il giurassico pc e me lo sono guardato su un 18 pollici del cazzo, senza stile.

Il problema è arrivato quando, a un certo punto, ho pensato che Bane fosse Grillo e Batman Bersani . Tutto ciò per colpa di Zizek , e del Nero d’Avola gustato a cena (Eataly adesso vende delle bottiglie da mezzo litro, l’ultima frontiera del single: solo sì, ma esteta).
Mi sono stuccato a letto mentre la donna gatto, personaggio difficilmente collocabile nel panorama puritano della politica italiana, lasciava Batman nelle proverbiali braghe di tela.
Prima di addormentarmi, mi sono scoperto conservatore , contro Bane e pro ordine ristabilito: sarà colpa dei trent’anni .

Bersani non può contare su un maggiordomo devoto, né su un brillante ingegnere di colore. Grillo, da parte sua, almeno non è doppiato da Timi e, putroppo per lui, non ha tutti quei muscoli.
Pensare a un’alleanza Grillo/Bersani è come pensare un’intesa strategica tra Bane e Batman?

Per un paio di settimane, vorrei dare credito al futuro e alla sua capacità di sbalordire.

Diego Parmesani

“Pizzi chi?” è anche su  Facebook  e  Twitter : seguici!